To Rome with Woody (e la pro loco)

A Roma si comincia con Volare, oh oh.
A Roma la Mastronardi diventa protagonista di un film di Woody Allen.
A Roma si chiamano tutti Gina o Luchino. O Leonardo e Michelangelo, come la Tartarughe Ninja.
A Roma le guest star sono del calibro di Maria Rosaria Omaggio.
A Roma anche se sei di Pordenone parli romano.
A Roma gli americani mangiano salumi Beretta e vanno da Intimissimi.
A Roma Benigni è bravo quando è diretto da altri, sì, certo, come no.
A Roma si prendono soldi anche dall’Alta Moda Romana, se serve.
A Roma Carol Alt è in (no: a) Via Margutta, ma fa subito Via Montenapoleone.
A Roma le donne sono Pine Fantozzi, o vedove siciliane vestite di nero che tirano fuori coltellacci.
A Roma Ornella Muti rilascia interviste per un secondo di apparizione.
A Roma non siamo a Parigi, dove comunque pure la Cotillard sa recitare.
A Roma la cosa migliore è Alec Baldwin, ma questo lo sapevamo già, e non solo da Alice.
A Roma c’è quello che aveva fatto Manhattan, e Mariti e mogli, e anche solo La dea dell’amore. Ma questa – lo dico col cuore spezzato di chi ha visto e rivisto tutti i film, tutta la vita – è un’altra storia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: