Maddalene a Parigi

Provo tenerezza per le parole di certi amici che si danno quel tono da ferventi filoeuropei davanti a modesti bagel di California Bakery, dicendo del Woody Allen appena visto cose del tipo: è che ci sono troppe didascalie, è una Rosa purpurea for dummies; e poi la deriva Lonely Planet (temendo per Roma e Rio prossime venture), il product placement di Carla Bruni, il giochino del salto nel passato, che è bello finché dura un Fitzgerald e un Hemingway. Forse qualcosa di vero c’è. Ma la verità vera è che Midnight in Paris ha incassato più di 55 milioni di dollari negli Stati Uniti, con tutta probabilità riceverà una candidatura all’Oscar come miglior film, forse vincerà la statuetta per la sceneggiatura originale, dicono potrebbe essere nominato anche per la regia (l’ultima volta era successo per Pallottole su Broadway, era il 1994). E la verità vera è che ad alcuni allenisti della cerchia dei bastioni sembra che gli americani vogliano portar via quel Woody che ormai era diventato loro, e ora eccolo invece dare in pasto a gente del Midwest le sue facili fantasticherie su Zelda, e Gertrude Stein, e Buñuel; eccolo inanellare luoghi comuni su età dell’oro che quegli zotici non hanno neanche studiato nei libri di testo. Ecco, questo non è vero. Il salto nella Parigi anni Venti è l’omaggio e la sfida ai nostri luoghi comuni di abitatori snob di Vecchi Contenti; è la tenera invidia per i nostri salotti intellettuali, i caffè, le maddalene che loro, dall’altra parte dell’oceano, non possono permettersi. Non dirò a Woody che quei miei amici là non baratterebbero mai il loro presente di tweet e iPad con una festa surrealista. Li lascerò ingollare il loro bagel e poi correre a rivedere Interiors, gongolandosi in un mondo perduto – loro, non Woody; che, come dice da qualche parte in un libro, sta solo cercando di riempire il tempo, fugare la noia, sopravvivere, come tutti, al presente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: