Mille giorni di me e te (tu come stai? bene, io come sto? boh, me e te)

Oggi esce il nuovo disco di Tiziano Ferro, s’intitola L’amore è una cosa semplice, e sono giorni che non ascolto altro.
Antefatto. Anni fa, in un’intervista a un’attricetta di cui manco ricordo il nome, ricordo però che si dava molte arie da intellettuale, insomma lessi con grande sorpresa la sua risposta alla domanda «Cantante preferito?». Era «Tiziano Ferro», e noi eravamo troppo giovani e troppo presi a darci un tono, per non stupirci. Ci dicevano che bisognava ascoltare i Danieli Silvestri, mica gli ex ragazzi grassi di Latina che r’n’bieggiavano «regalami un sorriso io ti porgo una rosa». Mentre noi ci davamo quel tono che muore nel momento esatto in cui muore l’adolescenza, lui senza farcelo sapere ci inculcava quel lessico tutto suo, che poi era la lingua che avremmo finito per parlare tutti. Lui, zitto zitto, diventava – dice un’amica mia – il Baglioni della nostra generazione. (Un’altra dice il Venditti, ma su questo si apre un dibattito più lungo di questa parentesi. Io team Baglioni, sia chiaro.) Non le piccole cose, le caffettiere sul fuoco e la domenica a letto insieme della canzone d’amore in tempi non più cantautoral-impegnati, ma sempre con quell’aspirazione annisettanta lì. Con lui s’è rinnovata l’epica dei sentimenti. Con lui «assenza» fa rima con «parvenza», se serve. Così è anche stavolta. Tra queste cose semplici, la mia preferita, ma è troppo presto per dirlo, è «la nostra fine non fu niente di speciale, rispetto al fatto che poi tutto sa passare», dentro una canzone che s’azzarda a ritornelleggiare «mare, mare, mare» – il Carboni della nostra generazione?
Oggi esce il nuovo disco di Tiziano Ferro, s’intitola L’amore è una cosa semplice, e nel frattempo la mia generazione è diventata tutta quell’attricetta là.

Annunci

2 Risposte to “Mille giorni di me e te (tu come stai? bene, io come sto? boh, me e te)”

  1. lordbad Says:

    Sì, spesso per un gusto puramente estetico dell’anticonformismo non si capisce subito la novità vera, ma il tempo fa il suo corso 🙂

    Un bel post!

    E a proposito di Tiziano…

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2011/11/23/la-differenza-tra-me-e-tiziano-ferro/

  2. Isabella Zani Says:

    Non so quando sei nato, ma sospetto almeno un decennio dopo di me. Tuttavia, l’amore è una cosa (talmente) semplice che il bisogno di parole che lo raccontino in quel modo che ti fa dire «Ehi ma questo sono io» affligge anche diversi ultraquarantenni, i quali attricettamente adorano Tiziano senza se e senza ma. (Personalmente, ammetterò che l’essermi molto pasciuta di Claudione e Luchino forse influenza un po’ il mio giudizio.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: