Fit-in di protesta

Non pretendo una via di mezzo tra un black bloc deficiente che vede “il Sistema” in una vetrina di Calzedonia e un quarantaduenne deficiente che manifesta per il precariato del suo ombelico. Non credo esista una variante non deficiente per nessuno dei due soggetti. Solo ieri sera, mentre tornando a casa in bicicletta passavo per piazza Duomo, e da una parte c’era una folla assiepata fuori dalla Rinascente sperando di entrare a sailcazzo che happening di sailcazzo che lancio di sailcazzo che odetualètt di sailcazzo che dolceggabbàna, e dall’altra c’erano sette (li ho contati) indignati che col megafono chiedevano che qualcuno ridesse loro il futuro, non avendo neanche un passato se non un 23 in filosofia teoretica, insomma proprio lì, in quel preciso momento, una via di mezzo che non fosse un gruppo di turisti crucchi di ritorno da Burger King, ecco, forse non mi sarebbe dispiaciuta.

Annunci

Una Risposta to “Fit-in di protesta”

  1. LauraC Says:

    C’ero io, che stavo andando a piedi all’Apollo. E, ti sembrerà strano, ma – anche se non con le stesse esatte parole – mi son chiesta la stessa cosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: