«Pisapia got twenty-two hundred hits within two hours?» «Thousand.»

Ho sempre trovato piuttosto idiota l’assioma da salotto di sinistra 2.0: Obama ha vinto grazie a Facebook (e social network affini). Per questo ora trovo altrettanto idiota che il Giulianone Pisapia passi esclusivamente per il candidato, ma che dico l’eroe della rete. È vero, così sembra, a guardare il fiorire di loghi arancioni in tutti gli anfratti del web, foto del profilo che cambiano, inviti ad eventi di critical-biciclettate, spritz elettorali, flash mob improvvisati. Lo trovo idiota perché non voglio cadere in tranelli del tipo: certo, succede solo perché hai tutti amici comunisti, tu; o, peggio: certo, gli piace vincere facile nell’internèt solo perché la Letizia è contemporanea quanto Ombretta Fumagalli Carulli. Lo trovo idiota perché non siamo qua a eleggere il sindaco di Farmville: è solo che è più facile che il rompimento di coglioni generale si manifesti in un luogo in cui si è invitati a rispondere alla domanda «Che cosa pensi in questo momento?». Con gran toccamento di genitali – ché al ballottaggio mancan poche ore, e non c’è più niente su cui scherzare – quel che la gente pensa mi pare evidente. Mi pareva evidente pure alle due di stanotte, quando sotto casa è passata la urlante e mai spossata massa critica di cicilisti, e non mi è stata mai tanto simpatica, e per una volta avrei volentieri inforcato la bici. (Quanto alla foto del profilo, quella l’ho cambiata già.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: