Sotto un vestito dell’Alta Moda romana, del resto, cosa vuoi che ci sia

Avevano tutto, i Vanzina Bros. Avevano Fabrizio Corona, e Lele Mora, e i loro privé. Avevano una specie di Sara Tommasi che si sente perseguitata da maniaci e auto scure. Avevano un residence dove le ragazze vanno e vengono, insomma l’Olgettina. Avevano Milano, e la moda, e i poliziotti terroni al Nord, e i giornalisti in cerca di gadget e finger food. Avevano tutto, nel film che io attendevo più di qualunque altro. E invece l’han buttata in romance, ché ormai gli è presa la svolta South Kensington anche quando fanno i thrilleracci con Pino Donaggio che non si tiene in colonna sonora. E allora figli segreti, gravidanze nelle cliniche svizzere, un tocco di Visconti che nobilita. E soprattutto Villa Necchi, perché ormai il guadagninismo è tratto d’autore, anche per chi i film li saprebbe anche fare. (Il Guadagnino vero se ne sarà fatto una ragione? Si starà rivoltando in una sedia del Cucchi? Vorrei tanto saperlo.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: