Non vorrei sembrare monologo

Visto che ero stanco di sentire il Popolo Italiano non parlare d’altro; visto che è da due anni buoni che non sono sul pezzo; visto che non volevo continuare a passare per snob per sì futili motivi, ce ne sono di molto più validi; insomma, mi sono fatto coraggio e in meno di ventiquattr’ore ho visto i due film di Luca Medici, in arte Checco Zalone, che ai pugliesi amici miei ho scoperto fare molto ridere. Ecco. La questione non è riciclare cose che il mio primo vero culto televisivo faceva vent’anni fa; o aver riso mezza volta («è francese di madre bina»: credo di aver riso, su quello); o constatare che è girato peggio di uno spot dei telefonini; o digerire quote attualità da talk show del pomeriggio di RaiDue del tipo gay terrorismo islamico leghisti quartierini raccomandazioni; o tapparsi le orecchie davanti a quelli che l’alto-e-il-basso, e il crossover, e la comicità lunare, che è uno di quegli aggettivi da recensione di cui è meglio non fidarsi. La questione è che a me i comici cessi, socialmente inadeguati, quelli che ci sarà sempre la scena di una festa in cui tutti si sentiranno in imbarazzo, be’ quei comici lì mi mettono ansia dai tempi di Peter Sellers. E comunque stiamo parlando di un’altra cosa.

Annunci

4 Risposte to “Non vorrei sembrare monologo”

  1. henry Says:

    beh Sellers é davvero tutt’altra cosa!
    non per fare lo snob ma Zalone non piace neanche a me. ecco.

  2. bolla451 Says:

    Grazie mi hai risparmiato una fatica.
    Iniziavo a insospettirmi. Stai a vedere che è la volta che da una merda è nato un bellissimo fiore. Successo al botteghino, critiche positive eccetera.
    Invece mi confermi che si tratta di merda, una cosa tipo gli inguardabili successi travolgenti di Pieraccioni una generazione dopo.
    Quindi è una merda che puzza e basta.

  3. Qohelet Says:

    Diciamo che per i film di Checco Zalone, essere meridionali aiuta. Ci rivedi dentro la simpatia involontaria di tanti strafalcioni linguistici sentiti da quando sei nato. Da qui a dire che il film è un capolavoro ce ne passa, ma fa molto ridere.

  4. kira stanna Says:

    quindi fammi capire si possono avere vedute aperte sul femminismo (certo) ma non sui film di checco zalone…quindi saresti snob e prevedibilmente controccorente?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: