Sono solo una ragazza che sta di fronte a un papi e gli chiede di amarla

Posto che ti capisco, Barbara. Posto che ti capisco, Barbara: siamo coetanei, siamo quelli del dopo-Muro, del cellulare, della maturità con la commissione interna, della prima serata alle 20:45. Posto che ti capisco, Barbara: anch’io sono cresciuto con Berlusconi, inteso come Ok il prezzo è giusto e Scherzi a parte. Posto che ti capisco, Barbara: tutti noi abbiamo dovuto difficoltà, almeno una volta nella vita, nel rispondere alla domanda «che lavoro fa tuo padre?». Posto che ti capisco, Barbara: anch’io se fossi figlia-di-politico-di-destra farei come te, invece che andare a Ballando con le stelle come la piccola Palin. Posto che ti capisco, Barbara: alla Carfagna ci credono solo quelli di sinistra. Posto che insomma ti capisco, Barbara, volevo solo dirti che la frase «credo che quando mio padre pensa a un post-Berlusconi intenda persone come Renzi, o come il ministro Alfano» (altre cose qui) mi suona comunque un po’ confusa, ecco. Da finta intellettuale, ecco. Ambigua se non subdola, ecco. Da Satta Flores in quel film lì, insomma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: