Inquilini del terzo piano

Io ero quello che da piccolo non riusciva a collegare il Professor Plum alla sala da biliardo, figurarsi ora seguire il caso Scazzi. Che poi sabato, a cena, era tutto un «Ah ma questa società maschilista, ah ma queste povere ragazzine, ah ma i modelli sbagliati, ah.» Ieri, tv accesa, la linea era «Ah ma queste famiglie matriarcali, ah ma i poveri uomini che se c’erano dormivano, ah ma le vittime sono loro, ah.» E i giornalisti-conduttori-inviati che, occhi sgranati, cercavano di capire quale fosse la strada migliore da battere, per farci la puntata il giorno dopo. «Cut off my arm. I say, “Me and my arm.” You cut off my other arm. I say, “Me and my two arms.” You… take out… take out my stomach, my kidneys, assuming that were possible… And I say, “Me and my intestines.” Follow me? And now, if you cut off my head… would I say “Me and my head” or “Me and my body”? What right has my head to call itself me?» Tagliate tutto, però stavolta fatelo bene. Che io devo capire chi mettere, nella sala da biliardo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: