Il pretesto lo sai: quattro dischi e un po’ di whisky

Trovo da sempre molto fastidiosa quella cosa tipicamente omosessuale del buttar lì, così, tra le righe, un «ah, non sai quanti ce ne sono in» [aggiungete voi]: Parlamento; mondo del calcio; esercito; Eurodisney. Fa il paio con quell’altra cosa tipicamente omosessuale traducibile più o meno in «l’importante è anche solo immaginare che ci siano le condizioni sufficienti per potersi fare qualcuno, nel mondo». Che poi è un’altra forma – forse più platonica (non sempre) ma non meno pelosa – di velinismo. Per questo uno che si è già candidato a futuro premier nell’immaginario del «centrosinistra che resta al palo»; uno che se-il-sindaco-di-Parigi-sì-perché-io-no; uno che fa benissimo, nella misura in cui lo ritiene opportuno, a parlare apertamente della sua sessualità; insomma: Nichi Vendola; be’, ecco, non trovo che per lui sia troppo elegante, a un passo da corse alle primarie e sogni di premiership, star lì a dire-e-non-dire chi era o non era frocio tra i passati presidenti diccì. Verrà il tempo in cui saremo tutti «pansessuali monogami», come si definisce quella cantante che ho scoperto quest’estate in Brasile, e a nessuno fregherà più nulla dei gemellini di Ricky Martin. E magari si troveranno anche premier (immaginari) migliori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: