Where troubles melt like lemon drops

Del Leone a Sofia-che-non-si-cambia-mai-le-scarpe c’è poco da dire. È l’anno in cui gli ex si fottono gli Oscar da sotto il naso o si premiano in diretta (robe passate da farsi perdonare? voglia di minestra riscaldata? troppi rotocalchi in giro con le foto al mare di Jude e Sienna?). E vabbè, affari loro. L’unica cosa da portarsi a casa da questa (sempre più) triste Venezia è I’m Still Here, sottotitolo: The Lost Years of Joaquin Phoenix. Un altro Somewhere – ma struggentissimo e coi contenuti – sulla fine di un attore, forse di tutto un mondo. Ricorda – non ridete – quell’altro strano film firmato Bellocchio, Sorelle Mai, che è e non è un documentario, e dove i fatti privati diventano un’altra cosa, non si capisce bene cosa, ma insomma una cosa bella rispetto a tutto il resto.
E poi c’è quell’inquadratura di The Town in cui la tipa di Gossip Girl, e cioè Blake Lively, chiacchiera col tipo di Mad Men, e cioè Jon Hamm. E io non ho mai visto un fotogramma né dell’uno né dell’altro, però l’ho sempre detto che Ben Affleck è un ragazzo molto più intelligente di quanto il mondo sia intenzionato a credere. (Ah, I’m Still Here l’ha diretto il fratello di Ben, e cioè Casey. Se la media di un festival vuol dire qualcosa, io appalto il cinema dei prossimi [xxx] anni agli Affleck.)

Annunci

Una Risposta to “Where troubles melt like lemon drops”

  1. steutd Says:

    non hai mai visto Mad man? Ma come vivi?

    :-DDD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: