Per non vedere le mie mani più veloci, né il mio vestito più vecchio

Il problema non sono tanto le primarie. Di candidati sindaci, candidati premier, candidati amministratori di condominio, whoever. La cosa interessante è che ormai son diventate lo sport preferito del centrosinistra con e senza trattino. «Ma tu lo voti Nichi Vendola, vero?», diceva un’amica ieri sera, tra l’altro mentre si discuteva di nomi inglesi per nascituri italoamericani, che erano primarie decisamente più avvincenti. Il problema è decidere per cosa candidare chicchessia. Quale piattaforma programmatica, si direbbe nella lingua di cui sono fatte le mozioni. Dove, come, le cinque W che ci insegnavano alle medie nell’ora di inglese insomma. Se no sono primarie così per dire, preventive e insieme però anche last minute, e quello meglio giocarselo quando hai un sacco di ferie e ancora nessun programma (non elettorale; parlo come sempre, banalmente, di me). Le uniche primarie che andavano fatte, seriamente, in questo paese, erano quelle per Sanremo 2011. Che, alla fine, meno male che almeno lei c’è.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: