Una pagina senza quadretti, un profumo senza bottiglia, una porta chiusa senza la maniglia

Vi racconto la storia dei miei capelli.
In principio fu un parrucchiere vip brianzolo, roba del genere “foto del backstage di Sanremo alle pareti”. Poi è venuta la sua allieva, la tipa, per capirci, che chiama il suo negozio Karisma con la kappa. Una volta ho provato un barbiere di Marrakech, il migliore di tutti, sapone e acqua di colonia, pareva di essere negli anni Trenta. Qualche mese fa ho tentato il “nu trend in town”, e cioè il parrucchiere cinese, ci vanno i fashionisti, dicono, io so solo che non capiva parole come “forbici” e “macchinetta”.
L’altro giorno ho scoperto che nella zona di Milano dove lavoro i barbieri nostrani hanno vinto sulla concorrenza cinese (ci vorrebbe un pezzo di Rampini, ci vorrebbe). Barbiere con papillon blu, la filodiffusione, un altro pianeta. Entro e c’è lui che parla con un cliente, genere “uomo distinto”. Scopro che segue le vicende interne del Pd, il barbiere (un altro pianeta, appunto). Che è veltroniano, che appoggia (in quanto veltroniano?) la battaglia legale di Veronica Lario, che legge l’Unità, che è informato sui ristoranti giapponesi della zona. Tocca a me, e lui ha ancora voglia di chiacchierare. Lei dove vive. Dalla prossima settimana torna il sole. Ha visto il tatuaggio della moglie di Cameron, gli inglesi dicono che è sconveniente per una first lady. La crisi ci seppellirà. Formigoni non è neanche il più grave dei problemi di Milano. Mio figlio che vive a Londra. Siamo un paese omertoso. Mafioso. Clientelare. Disonesto. Io che pensavo è proprio vero che non li fanno più, i gentiluomini di una volta.
Il «taglio sprint» che mi aveva proposto (non sto a dirvi la mia faccia riflessa nello specchio) è costato 25 euri. Senza ricevuta.

Annunci

3 Risposte to “Una pagina senza quadretti, un profumo senza bottiglia, una porta chiusa senza la maniglia”

  1. ilmetapapero Says:

    Stai attento che secondo me il tipo ti legge pure e quindi potrebbe vendicarsi la prossima volta che ci passi.

  2. henry Says:

    ma la domanda é: tu la ricevuta l’hai chiesta?
    la legalitá comincia da cose cosí…

  3. Claudia Says:

    concordo con harry…la ricevuta se non la si riceve, la si chiede. Abso-fucking-lutely.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: