A serious man

Sul mio volo per Londra, qualche mese fa, c’era anche il ministro C.S. È stato lì che ho capito qual era stata, da sempre, la sua aspirazione: essere una brava persona. A serious man, si direbbe in cinematografese corrente. Si era formato in una città caotica, Genova, e secondo me già da allora scalpitava. Era finito in un giro di soldi e casinò, e secondo me anche allora tutto ciò gli dava parecchio prurito. Era diventato ministro del governo più chiassoso della storia repubblicana, e doveva scegliere il basso profilo per emergere. Per essere una brava persona. Tra la lounge e il volo, due poltrone avanti a me, conversava in modo molto urbano di Alitalia (mi chiedo come abbia potuto la hostess restare seria, mentre gli allungava il vassoio del pranzo), si informava sulle temperature a Heathrow, consigliava al vicino di fare un viaggio in Corsica (mai fidarsi di chi consiglia di fare un viaggio in Corsica). Oggi si parla molto del ministro C.S. Si parla di corruzione, che brutta parola. Si parla di appartamenti, e imprenditori dai nomi floreali, e addebiti. Che brutte parole, per uno che aveva creato il peggiore precedente (ancora a Genova, qualche anno più tardi) di tutti gli abusi di potere di oggi (Cucchi l’avete pensato voi). Ed era riuscito a restare, in questo paese, una brava persona.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: