Essere John Cusack

Potrei parlarvi dei miei amici e del senso della vita (o dell’interpretazione collettiva della parola “pasquetta”). Potrei parlarvi della scoperta, in una stupenda giornata di sole, di una chiesa luterana in mezzo a Milano, che sembrava di essere a Islington. Potrei parlarvi dell’ultimo gin tonic bevuto poche ore fa. Invece vi parlerò di John Cusack. Ché l’altro giorno mi son trovato a rivedere, per caso, Alta fedeltà e – a parte il miscasting totale della protagonista femminile (una danese con un nome impronunciabile) e la presenza di Jack Black – conferma una mia vecchia teoria. E cioè che Cusack è Il Più Grande Attore Dimenticato In Circolazione. Oggi credo faccia roba per famiglie, alla Matthew Broderick. Però è stato protagonista di Woody Allen (e di almeno un capolavoro di Woody Allen: Pallottole su Broadway), lo puoi usare come migliore amico o come divo romantico (non lasciatemi partire per l’isola deserta senza Serendipity), e ha una capacità di reggere il primissimo piano (vedi, appunto, Alta fedeltà) comune a pochissimi altri. Il massimo che ho potuto fare io è diventare suo fan su Facebook. Quello che può fare il suo agente è trovargli una buona scrittura. Non vorrei ritrovarmelo su FoxLife nei panni di un procuratore distrettuale a caccia di Emmy nella qualsivoglia “nuova serie cult” che chiude dopo una stagione.

Annunci

4 Risposte to “Essere John Cusack”

  1. steutd Says:

    Sì, ok, ma ha fatto anche 2012. Da laico, vorrei pensare che anche in vita iniziamo a scontare certi errori… 🙂

  2. Stefano Says:

    In realtà Cusack è famoso per rifiutare il 99% dei copioni ed accettare solo sceneggiature che lo ispirano particolarmente, e questo fa sì che sia una sorta di garanzia sulla qualità del film. Una sorta di Nicholas Cage al contrario.

    (2012? Secondo me era un sosia.)

  3. Stefano Says:

    Quindi, insomma, abbi fede. Tornerà…

  4. Marco D Says:

    Concordo che è bravo ma concordo che ha anche recitato in tante ciofeche.
    A me è piaciuto molto in City Hall, accanto a Pacino, ne La giuria (con un cast all stars) e in quella roba per romantici antidiabetici: serendipity.
    Comunque un cult ha alla’ttivo per me ce l’ha: Stand by me… meraviglioso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: