Il “barbaradursismo” è nell’occhio di chi guarda

Io non ho parole. Neanche una. Non dopo aver letto il pezzo che il Giordano Paolo, quello del romanzo più sopravvalutato degli ultimi anni, ha dedicato alla morte dell’Uomo Più Piccolo Del Mondo (lui scrive così, con le maiuscole), se mai ci fosse mai importato di lui in vita. Il problema non è tirare fuori il tema “fenomeno da baraccone applaudito dal popolo bue”, anche se nove volte su dieci si potrebbe sveltire il tutto con rapida citazione da La donna scimmia o The Elephant Man. Il problema è confondere la propria, pur comprensibile, morbosità con un “bug” del sistema televisivo. È il concetto lavoro-spendo-pago-pretendo involontariamente applicato al trash televisivo, cercando qualche presunta motivazione alta (no joke) in un poverocristo che sbarca il lunario nell’unico circo cui può accedere. Quello di solitudini e numeri primi dati in pasto al moralismo.

Annunci

Una Risposta to “Il “barbaradursismo” è nell’occhio di chi guarda”

  1. UglyPostcards Says:

    ….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: