Ex.it

C’è una scena molto divertente nel molto divertente It’s complicated (se ne riparla a marzo quando esce) in cui Alec Baldwin, che per vari motivi si è trovato a ri-trombare con l’ex moglie Meryl Streep, mette la mano laggiù, where angels fear to tread, e dice: «Home sweet home». C’è questo senso di “ritorno a casa”, anche in senso variamente sentimentale, che pervade il nostro tempo, sarà per le solite ragioni di precarietà diffusa. Fatto sta che quando ho letto il “no” definitivo di Prodi alla proposta di correre come sindaco nella sua Bologna, ho pensato che è lui l’unico vero uomo in controtendenza di cui disponiamo in questo paese. Un posto di politici-bamboccioni che non lasciano il tinello di casa, trovano sempre nuove ragioni per restare (foss’anche solo un endorsement della Ferilli), fanno sapere che non faranno le valigie neanche se costretti da mamma e papà. A chi dice che non urge un piano casa—anche quando quella casa si chiama Kodak Theatre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: