Gli anarchici li han sempre bastonati

Ieri parlavo con un accademico/storico/luminare, davanti a una ribollita, del fatto che la storia non debba più essere letta all’indietro, come ci ha abituati lo storicismo giudaico-cristiano, ma attraverso una scomposizione del presente, secondo nuove categorie antropologico-culturali (cioè: lui parlava, io più che altro mangiavo la ribollita.)
L’altra sera ero a casa con l’influenza e la tv mi ha regalato uno dei momenti più alti degli ultimi tempi: Fabrizio Corona, con primi piani che neanche Sergio Leone, in una meravigliosa one-to-one a Matrix. Nemmeno il povero Alessio Vinci gli stava dietro, mentre quello spiegava la repubblica del gossip e i suoi capri espiatori. Alla fine, tu pensa, ero d’accordo con Sgarbi: «Macché Alfano, dovrebbe scriverla Corona la riforma della giustizia!». Mica lo sapevo che stava avvenendo quello di cui avrei parlato davanti alla ribollita: la scomposizione del presente. Altrimenti detto: la storia.
(Per qualunque fregola moralistica, non costringetemi a tirare fuori il solito Guccini.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: