Ma qui si parla di giovani

Enrico, Mario, Luigi, Amedeo, Sergio mi daranno del neo-conformista. Fatto sta che l’altro giorno ho trovato La terrazza in un incredibile 2×1, e non potevo non comprarlo, e non potevo non rivederlo. E, a parte fare il metro del tempo stile Nanni Moretti e pensare a quanto ce ne vuole per rivedere tutti i film che passavano su Telemontecarlo quand’eri adolescente; a parte certe battute che da sole valgono la Storia della Sceneggiatura Mondiale, vedi «A che ora è la rivoluzione? Come bisogna venire? Già mangiati?», o «Ma qui si parla di giovani! Ma è un argomento vecchio…», o «Io credo che le epoche si chiudono così, all’improvviso»; a parte vedere Ombretta Colli (attrice) che parla di «favori del partito», e poi sappiamo com’è andata; a parte pensare che è il film che dovrebbero vedere tutti i piddini di Roma, dell’Italia, dell’universo; a parte che tutto è cambiato e tutto è rimasto com’è. A parte tutto questo, il giorno dopo vedi Gassman e Tognazzi junior che parlano di scoregge in Natale a Beverly Hills, e tu mica sei moralista, hai pure riso, che discorsi. Però sì, avevano ragione i padri, «c’è una bella differenza tra popolare e volgare». Poi dice che «la commedia all’italiana è servita a costruire il nostro senso democratico». Sì. Ecco. Appunto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: