Exit strategy

Uscite sparse. I commenti sono affidati alle faccine di Brunetta.

Il Pd vuole uscire dalla crisi. La sua. L’unica è eleggere segretario Debora Serracchiani. Lo sento dire da due giorni dalle persone più diverse. Ho sentito ovviamente anche lei. È brava, dice cose molto giuste, usa un linguaggio comune ma parla (finalmente) di politica. Bisogna capire chi è. Soprattutto, non lasciarla in mano alla stampa e al suo vizio di trovare la “star” del giorno. 🙂

Dalle liste Pd delle prossime Europee escono i big, fuori sindaci e amministratori “vip”. Tipo Bassolino. Il controllo ortografico di Word corregge Bassolino in Sassolino: ci siamo finalmente tolti un sassolino dalla scarpa? 🙂

Dopo aver lanciato un’ottima proposta per uscire dalla crisi economica, Obama pensa a come uscire dall’Afghanistan. Anche saper uscire di scena al momento giusto è un talento, eh già. 🙂

Alla fine è uscito il nome del presidente Rai. Garimberti è bravo, ha la giusta esperienza (e pure un briciolo di anzianità come sempre accade in questi casi, va be’). Dice che non ha mai visto un reality, il che potrebbe risultare snob e poco sul pezzo. Dice di amare la tv americana, che è comunque peggio della nostra. In bocca al lupo, anyway. 😐

Le uscite della stampa sul Papa sono state infelici. Le sue affermazioni su Aids e caso Eluana sono state manipolate. Lo dicono i vescovi. Fanno capire che la Chiesa non vuole uscire dalla politica italiana. Serve un’uscita di sicurezza. La nostra. 😦

Prodi vuole uscire dalla matrioska. Mitico. Del resto, era stato lui a dire che per uscire dalla crisi ci vuole, innanzi tutto, sobrietà. 🙂

Annunci

2 Risposte to “Exit strategy”

  1. Marta Meo Says:

    cosa fai, hai cominciato un percorso di autovalutazione mettendo le faccine di Brunetta al post? 🙂 M

  2. giorgio Says:

    le faccine le mette anche mia figlia(sic!)con allegato un TVTB, BACI ABBRACCI ecc.
    a parte ciò, anch’io sono uscito oggi: a correre.
    c’era una giornata splendida, montagne stupende che facevano bella anche questa nostra triste, bigotta e leghista brianza.
    a parte ciò farebbe bene anche a noi uscire ogni tanto dal nostro mondo(sinistro) e contaminarci un pò con l’ambiente esterno: ci farebbe crescere(in senso numerico) e avvicinare a un mondo(quello del nord) a noi ancora troppo lontano.
    a parte ciò trovo interessante questo” tutti pazzi per Debora”: potrebbe essere un nuovo 68.
    e si, nel 68 Debora è stata un mito: cantata da Fausto Leali e dal mitico Wilson Pickett, non vinse Sanremo, ma fu la più gettonata nei bar e in riva al mare e chissà che a 40anni di distanza la gente potrebbe chidere alla nostra:
    “deborah
    mia deborah
    ascoltami ti prego ascoltami”
    ironicamente
    Giorgio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: