Digito ergo sum

immagine-11Lo accennava anche Pippo ieri. Da massimi esperti di Facebook quali stiamo diventando (per colpa sua), non possiamo non dire la nostra a proposito del nuovo layout. Anche perché già si registrano scene di panico collettivo. In poche ore sono stati istituiti gruppi genere «Il nuovo Facebook non ci piace» (che conta già oltre 142.000 iscritti). Dimostrazione che anche nel regno del nuovo, dell’immediato, del tutto-in-movimento, si è sempre un po’ conservatori. L’impressione è che il “nuovo FB” voglia depistare ancora di più, assecondare il caso, mischiare le carte della News Feed (la home page), spingere alla detection (nei profili non c’è più quel che hai fatto oggi o ieri, ma un ben più vago “Attività recenti”). E poi cambia la domanda dello status: non più «What are you doing right now?» ma «What’s on your mind?». Cogito ergo sum. O forse digito ergo sum. Anche su FB, adesso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: