Il barista che visse nel futuro

La migliore descrizione dello stato attuale delle cose l’ho sentita, qualche sera fa, da un barista di Monza. Sosteneva – dati del suo locale alla mano – che la classe media si sta impoverendo sempre di più, che la crisi si sente nelle tasche, che è preoccupato per il futuro della sua bambina, che il capitalismo ha prodotto mostri e il comunismo pure (i cinesi con la loro merce sottocosto che contribuisce al crollo dei mercati), che Obama «è un grande, ma è arrivato troppo tardi». Anche che Mourinho «sono proprio andati a cercarlo apposta così scemo» (e lo dico da interista, sic). E che nel 2015 ci sarà la terza guerra mondiale, o almeno è quello che sostiene John Titor. Complice un po’ di qualunquismo, uno dei pochi veri prodotti della politica (di destra e di sinistra) degli ultimi quindici anni, il risultato è che questo simpatico barista non vota più da anni. Forse perché non gli interessano i balletti sulle nomine Rai (chapeau a De Bortoli, comunque), o Berlusconi che – oggi, a Vimercate – difendeva il suo piano per l’edilizia raccontando piacione che così «chi ha una casa brutta la può buttare giù e farne una più bella». O forse perché, sotto sotto, pensa anche lui che «ci vuole un’altra rivoluzione», come mi diceva qualche giorno fa un noto attore e regista a proposito del suo film sul ’68. Sarà che scrivo da una casa del popolo (ma con connessione wi-fi), ma a volte penso che si debba davvero ripartire da quello che si respira “per strada”, nel senso più ampio e più bello del termine.

Annunci

Una Risposta to “Il barista che visse nel futuro”

  1. Ste Says:

    Ho riletto 1 mese di blog!
    grazie x la compagnia dunque 🙂
    bacio!ste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: