Sono italiani, scappiamo!

Una piccola storia per capire come va l’integrazione nel nostro Paese (sto esagerando, ma insomma). Capita che una battuta del fortunato The Millionaire – si sente nella scena in cui un gruppo di fondamentalisti indù attacca la baraccopoli in cui vive il piccolo protagonista – passi nel doppiaggio italiano da «Sono musulmani, prendeteli!» a «Sono musulmani, scappiamo!». Lost in translation, eh già. Mi interessa poco il solito caso che è stato montato (l’episodio, si legge oggi, finirà in tribunale), i j’accuse delle varie associazioni e il “colore” della stampa nostrana; non è “colpa” della Lucky Red (che distribuisce il film), né dei doppiatori. Ma resta uno dei mille segnali di un sistema, il nostro, in cui informarsi sui mondi degli altri è considerato sempre più superfluo, musulmani o induisti, che differenza fa. Sviste, disattenzioni quotidiane, è anche questa la via per la (dis)integrazione. Non stupiamoci se un giorno sentiremo gridare «Sono italiani, scappiamo!».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: